venerdì 19 settembre 2008

ELEZIONI PROVINCIA DI TARANTO 2009



LE ELEZIONI PROVINCIALI DI TARANTO NELLA PRIMAVERA 2009 SI AVVICINANO I CANDIDATI ALLA PRESIDENZA DELLA PROVINCIA DI TARANTO PER IL FINITO MANDATO DELLA ATTUALE GIUNTA DI CENTROSINISTRA SONO TANTI SIA NEL CENTROSINISTRA NEL CENTRODESTRA E IN ALTRI RAGGRUPPAMENTI INSOMMA NESSUNO SI DESIME DI AVERE UN POSTO AL SOLE PER 5 ANNI SIA NEL CENTRODESTRA CHE NEL CENTROSINISTRA CON L'UNICA DIFFERENZA CHE NON C'è NESSUN CAMBIO GENERAZIONALE -I VOLTI SONO SEMPRE GLI STESSI APPARTENENTI ANCHE AD UNA STAGIONE AMMINISTRATIVA COLLEGATA ALLA GIUNTA DI BELLO NEL COMUNE DI TARANTO CHE AVRà TANTISSIMO PESO SIA NEL CENTRODESTRA CHE NEL CENTROSINISTRA CON L'UNICA DIFFERENZA DI AVERE UN GOVERNO NAZIONALE DI CENTRODESTRA CHE FARà LA DIFFERENZA NELLA LOGICA DI PENSIERO DELL'ELETTORATO PENSANDO DI VOTARE A FAVORE DELLA BANDIERA NAZIONALE PER AVERE FAVORI A LIVELLO DI FINANZIAMENTI STATALI E FONDI VERSO LA PROPRIA COMUNITà - E NEL PASSATO QUESTA LOGICA è STATA EFFICACE NELL'ELEGGERE RAPPRESENTANTI LOCALI CON L'UNICA DIFFERENZA CHE L' ELETTORATO è PERPLESSO NEI CONFRONTI DEL CENTROSINISTRA PER L'EFFETTO NAPOLI SOTTO L'IMMONDIZIA è IMMOBILISMO DELLA GIUNTA COMUNALE DI TARANTO ED INOLTRE è INCERTO PER IL CENTRODESTRA PER L'EFFETTO DI BELLO CHE NELLE ELEZIONI LOCALI è STATO DETERMINANTE QUINDI L'ELETTORATO SI SPOSTA VERSO UN'ALTRO RAGGRUPPAMENTO FATTO DI FACCIE NUOVE E LISTE CIVICHE CHE SPEZZANO LA LINEA DEI PARTITI TRADIZIONALI - è NECESSARIO LINFA NUOVA NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CON GRUPPI POLITICI DI CONSIGLIERI ONESTI E FACCIE NUOVE CHE DIANO FIDUCIA ALL'ELETTORATO è TUTTA LA COMPETENZA DEI PROFESSIONISTI CHE LAVORANO CON DEDIZIONE SU QUESTO TERRITORIO PENSANDO AGL'INTERESSI DELLA COMUNITà -ALLA VIVIBILITà DEL TERRITORIO - ALLA SICUREZZA DEL TERRITORIO STESSO INVASO DALLA MICROCRIMINALITà - AL DECORO URBANO-AD UN' AMPLIAMENTO DELLE FACOLTè NELLA UNIVERSITà DI SEDE TARANTINA CON MAGGIOR SCELTA COMPETENZA E PUBBLICITà VERSO L'ESTERNO PER ATTIRARE SUL TERRITORIO RISORSE NUOVE E FONDI STATALI PER LA CULTURA SUL TERRITORIO CON UNA BUONA RIPERCUSSIONE ECONOMICA SUL TERRITORIO - ATTIRANDO AZIENDE SUL TERRITORIO PER INCENTIVARE L'OCCUPAZIONE SUL TERRITORIO SENZA IL BISOGNO DI SPOSTARCI VERSO ALTRE PROVINCIE PUGLIESI COME LECCE E BARI CHE OFFRONO DI PIù RISPETTO A TARANTO COME OCCUPAZIONE D'UFFICIO (PER LA CONSULENZA FINANZIARIA - LEGALE - DI TELEMARKETING - E NUOVE TECNOLOGIE TUTTE QUESTE AZIENDE SONO ATTRATTE DALLA RISORSA UNIVERSITARIA DI ALTO LIVELLO CHE INSISTE SU LECCE E BARI QUINDI LA CULTURA è FONDAMENTALE PER ATTRARE SUL TERRITORIO AZIENDE TECNOLOGICAMENTE AVANZATE -INFATTI TARANTO NON RIESCE A FARE A MENO DEL POLO SIDERURGICO NON RIESCE A VEDERE ALTRI ORIZZONTI POSSIBILI PERCHè MANCA UN POLO UNIVERSITARIO PROPRIO CHE FACCIA DA CALAMITà ALLA AZIENDE DI NUOVA TECNOLOGIA ED UNA CLASSE POLITICA CHE REALIZZI QUESTI PROGETTI A TARANTO - QUINDI IO CITO FRANCESCO MI SENTO IN DOVERE VERSO LA MIA TERRA ED IL MIO TERRITORIO E LA MIA GENTE DI CANDIDARMI ALLA PROVINCIA DI TARANTO PER SALVAGUARDARE IL MIO TERRITORIO CON UN MIO GRUPPO POLITICO TUTTO NUOVO FATTA DI GENTE NUOVA CON ESPERIENZE POLITICHE FATTE DI ONESTA E COERENZA VERSO I PROPRII ELETTORATI CON UN GRUPPO POLITICO TUTTO NUOVO. CON L'UNICO RIMPIANTO DI NON AVERLO FATTO PRIMA ANCHE NELLE ELEZIONI COMUNALI 2007- BISOGNA DARE UNA SCOSSA AL COMUNE PER REALIZZARE PROGETTI DI DECORO URBANO ED ORDINARIA AMMINISTRAZIONE PER GARANTIRE LA VIVIBILITà IN QUESTO TERRITORIO IN CASO CONTRARIO RACCOGLIERE LE FIRME . IL MIO PROGRAMMA SARà NELLA REALIZZAZIONE DI UN POLO UNIVERSITARIO VARIEGATO CON MAGGIOR SCELTA ARGINANDO LA FUGA DEI CERVELLI VERSO LECCE E BARI ED IL NORD ITALIA ATTRARE INDUSTRIE DEL TELEMARKETING DEL ITC CREANDO 3000 POSTI DI LAVORO QUINDI PORTARE SU TARANTO GROSSI GRUPPI COME ALMAVIVA - TRANSCOM - COMDATA ED ALTRII CON TUTTO L'INTERESSE DELLE PUBBLICHE AMMMINISTRAZIONI E SVILUPPO ITALIA PER INCENTIVARE L'OCCUPAZIONE NEL SUD ITALIA QUINDI FINANZIAMENTI DI FONDI EUROPEII E STATALI - IL DECORO URBANO PER GARANTIRE VIVIBILITà AL TERRITORIO ED IL CONTROLLO DEL TERRITORIO PER ARGINARE LA MICROCRIMINALITà CHE DILAGA INSOMMA INVESTIRE IN QUEI SETTORI IN FORTE CRESCITA ECONOMICA COME ITC E IL SETTORE DEL BENESSERE E LA INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA E PARABANCARIO FACENDO DI TARANTO UN GRANDE CENTRO FINANZIARIO A LIVELLO MERIDIONALE RISPETTO A NAPOLI CHE è LA CAPITALE DELLA FINANZA MERIDIONALE PER TUTTO IL SUD ITALIA CREANDO ALTRI 1000 POSTI DI LAVORO. QUESTO è IL MIO PROGETTO POLITICO ED ECONOMICO PER QUESTA TERRA DOPPIAMENTE IN DECLINO ECONOMICO . SPERO CHE IL NOSTRO ELETTORATO E L'ELETTORATO TUTTO SIA COSCIENTE CHE C'è BISOGNO DI GENTE NUOVA E CAMBIAMENTO.
CITO FRANCESCO

5 commenti:

luca da taranto ha detto...

sono molto d'accordo con il tuo progetto per questa città e questa provincia è lodevole ma credo che andranno al voto i soliti volti che hanno indignato questa città alla cronaca regionale e nazionale oppure persone satellite alle sporche intenzioni dei partiti .

Anonimo ha detto...

vediamo anche di fare qualcosa per il disstro ambientale che sta uccidendo centinai adi tarantini.ovviamente sto parlando dell'ILVA!La soluzione migliore?La chiusura!Ma vediamo almeno per il mometo di farle abbassare al minimo i veleni che immette continuamente nell'aria!

Anonimo ha detto...

chiudere l'ILVA tramite referendum non è la cosa migliore per l'economia tarantina e pugliese bisogna prima creare attività industriali alterative al siderurgico per rioccupare tutti questi dipendenti per poi farne anche al meno del centro siderurgico suggerisco un ' abbassamento dei valori di emissione di diossina nell'aria - prima industrie alternative del terziario avanzato tipo il settore delle telecomunicazioni che è in continua crescità ed il settore del benessere anch'esso in continua crescita come centri termali industrie farmaceutiche del benessere del wellness che fatturono bilanci esponenziali crescenti negl'ultimi anni sono l'unici settori che negl'ultimi anni creano ricchezza e assumono personale hanno un trend positivo nei bilanci d'esercizio aziendali dovuto anche alla cultura americana del benessere del vivere bene in forma e nel non rinunciare a niente si guardi alla crescita di almaviva comdata transcom in italia l'oreal in italia i centri estetici che fioccano come funghi nei centri cittadini come le spa del benessere e i centri dimagrimento hanno fatturati in crescita esponenziali .

Anonimo ha detto...

molle tarentum è il triste marchio affibbiatoci già millenni orsono. molli anche i politici ed amministratori litigiosi, incapaci, trasformisti e senza onore; abbarbicati alle loro poltrone, ed ai loro privilegi; marionette del più sporco sistema partitocratico e clientelare. senza distinzione di colori. quale futuro potranno mai avere i nostri giovani, in mano a gente simile? eppure le potenzialità del nostro territorio sarebbero notevoli se solo fossimo amministrati da gente onesta e capace. taranto città da amare o da depredare? piango per te oh mia bella città!

Anonimo ha detto...

Vai alla grande Cito, spaccca i reni a tutta sta marmaglia di candidati arrivisti. forse neanche tu andrai in paradiso ma credo che tu sìa lunico che possa far riemergere la nostra città. Cito padre, indendo dire!!!